codici ammessi al secondo grado

Si comunicano i codici ammessi al secondo grado del concorso:
- Codice alfanumerico fc160452
- Codice alfanumerico 17777766
- Codice alfanumerico 2mfe22hp
- Codice alfanumerico 1c1a2l74
- Codice alfanumerico 27a14a92

Verbale della commissione

Pubblicazione nominativi Commissione Giudicatrice ed attivazione modulo di incompatibilità

Di seguito si pubblicano i nominativi dei membri della Commissione, effettivi e supplenti:

Membri effettivi:

  • ing. Salvatore Reitano
  • arch. Gregorio Indelicato
  • prof. Gianluca Burgio
  • ing. Giovanni Petronio
  • arch. ing. Salvatore La Mendola

Membri supplenti:

  • arch. Ing. Venerando Russo
  • arch. Andrea Passero;
  • prof.ssa Teresa Campisi
  • ing. Ugo Maria Alongi
  • arch. Ottavio Mirisola

Importante: nei casi in cui un concorrente rilevi condizioni di incompatibilità con uno o più membri della Commissione giudicatrice, è tenuto, pena l'esclusione, a compilare il modulo elettronico di Segnalazione di incompatibilità presente nel sito del concorso.

Il modulo sarà attivo a partire dal 08 dicembre p.v., l'invio dovrà essere effettuato entro le ore 24:00 del 13 dicembre p.v.
Il concorrente, compilando il modulo, dovrà indicare nome e cognome del giurato incompatibile e, affinché sia garantito l’anonimato, non dovrà inserire dati personali, ma esclusivamente il codice di primo e secondo grado utilizzati durante l’iscrizione al concorso.

Le motivazioni delle incompatibilità segnalate saranno rese al RUP soltanto dopo la decriptazione dei documenti e dovranno fare espresso riferimento all’art. 77, comma 6 del codice dei contratti. Resta ferma ogni responsabilità civile e penale in capo al concorrente responsabile della sostituzione di un giurato, non motivata ai sensi del sopra richiamato art. 77, comma 6.

Determina nomina commissione

Chiave pubblica di crittazione

Si comunica che la chiave pubblica di crittazione è a disposizione per il download nella sezione Documenti. 

Seduta pubblica di generazione delle chiavi

Si comunica che la seduta pubblica di generazione delle chiavi si terrà, in modalità telematica, giovedì 20 ottobre alle ore 10:00

Link per accedere: meet.google.com/rws-gvnn-zje

https://meet.goto.com/738997333

Lo spazio urbano sostenibile del Comune di Enna

Una nuova sfida si pone per il Comune di Enna che grazie a questo concorso desidera attivare processi di rigenerazione e di sostenibilità relativi a un sistema urbano caratterizzato da rilevanti peculiarità culturali, paesaggistiche e socio-economiche, mediante una ridefinizione urbana capace di inserirsi in un contesto ampio e intrecciato con i numerosi elementi del contesto in cui si colloca l’area di progetto. La porzione di città su cui insiste il luogo di progetto si è sviluppata a partire dal secondo dopoguerra, culminando nella parte terminale in area individuata da PRG in “A-centro storico”. L’area comprende, l’asse di Via Trieste che connette la Via Armando Diaz alla Piazza Giovanni XXIII, il cavalcavia soprastante di via Messina e il relativo sistema di risalita, il parcheggio antistante l’Azienda Sanitaria Provinciale di Enna sempre su via Messina e la Piazza Giovanni XXIII.

L’area oggetto di concorso si configura quale zona urbana consolidata connettente l’asse viario Armando Diaz con i quartieri residenziali più interni di questa parte di città. Per questa sua condizione, di sistema connettente due entità urbane differenti, l’area tende ad essere influenzata da una molteplicità di utenze differenti a cui il disegno urbano attuale non riesce a rispondere. Obbiettivo di questo concorso è pertanto individuare tutte quelle possibili soluzioni, architettoniche, paesaggistiche e impiantistiche che possano migliorare l’abitabilità dei luoghi, mediante la progettazione coerente, razionale e innovativa dell’arredo urbano, attraverso l’individuazione tutte quelle possibili soluzioni che possano migliorare il benessere degli individui e possano favorire i processi sociali e sostenibili al fine di contribuire al miglioramento e al consolidamento della comunità, riqualificare e recuperare le infrastrutture esistenti donandole di nuovi significati e possibili funzioni utili alle esigenze emergenti dal trascorrere della vita urbana.