Chiave pubblica di crittazione

Si comunica che la chiave pubblica di crittazione è a disposizione per il download nella sezione Documenti. 

SEDUTA PUBBLICA DI GENERAZIONE DELLE CHIAVI

Si comunica che la seduta pubblica di generazione delle chiavi si terrà, in modalità telematica, venerdì 20 gennaio alle 10.30.
Accesso alla seduta
ID riunione: 360 259 842 854
Passcode: 8AFbuX

Aggiornamento sezione Documenti

Si comunica che, in data odierna, è stata aggiornata la sezione documenti con il caricamento della Planimetria generale in formato DWG

Realizzazione Scuola Primaria Fai Bene

Il sito di proprietà pubblica interessato dalla realizzazione della scuola è costituito da un’area di ampie dimensioni dove si prevede nel tempo la realizzazione di un complesso scolastico comprensivo dei tre cicli di insegnamento (infanzia, primaria, secondaria di 1° grado).
Questo sito si trova nella zona nord della città di Rimini lungo la via Verenin Grazia ed è compreso tra il viale di lungomare della frazione di Viserbella e la S.S. 16 Adriatica. La nuova scuola primaria è prevista nella parte centrale del sito su una superficie di 8.000 mq.
La fascia prospiciente a via Verenin sarà riservata alle opere di urbanizzazione quali l’accesso dalla via Verenin, i parcheggi pubblici, le aree di sosta scuolabus.

Per pensare alle scuole del futuro sarà sempre più importante progettare una compresenza di aree a diversa vocazione all’interno della medesima struttura, che all’occorrenza possano mutare allestimento nel corso della giornata o nel corso dell’anno, secondo una logica fortemente centrata sull’apprendimento, piuttosto che sull’insegnamento. Occorre altresì prevedere anche spazi destinati al relax ed alle attività informali e ciò perché la scuola deve essere in grado di offrire un ampio spettro di elementi e stimoli.

Affinché l’edificio scolastico possa svolgere anche la funzione prosociale di fulcro di “quartiere” e luogo di riferimento per il terzo settore locale, è necessario:
- Assegnare la gestione di alcuni spazi ad attori sociali (associazioni, cooperative, ecc…)
- Prevedere, già in fase di progettazione, accessi diversificati e impianti partizionati, in modo da gestire comodamente le possibili interferenze con le attività scolastiche e consentire funzionamenti anche parziali e modulari dell’edificio;
Gli spazi aperti devono poi esprimere al massimo la propria utilità per il territorio, per attività sociali in generale, che possono essere esercitate in modalità esclusive nei momenti di sospensione delle attività scolastiche (es. fine settimana o periodo estivo - Centri Estivi).