Il modulo quesiti non è più disponibile: quesiti e risposte, se ritenuti di interesse comune, saranno pubblicati in questa pagina.

Risposte pubblicate

Buongiorno, dal disciplinare e dalla modulistica (stampato 1 e stampato 2) sembra evincersi che è ammessa la partecipazione al concorso come “libero professionista singolo” (vedi punto 3.2 del disciplinare), ma si richiede tuttavia la costituzione di un “gruppo di lavoro” per la partecipazione al secondo grado (vedi punto 3.2.2 del disciplinare). In questa fattispecie si presume che nello stampato 1 (per la partecipazione al primo grado) si compilerà il campo “libero professionista singolo” mentre nello stampato 2 (per la partecipazione al secondo grado) si compileranno i campi relativi a mandante/mandatario Raggruppamento Temporaneo (ad esempio). L’interpretazione può ritenersi corretta?

La partecipazione alla prima fase del concorso è ammessa sia per professionista singolo o associato, sia per raggruppamento temporaneo per tutti gli operatori economici.

Per la partecipazione al secondo grado, qualora il professionista singolo ricopra tutte le figure professionali richieste non è necessaria la costituzione di un gruppo di lavoro ovvero potrà essere costituito un raggruppamento temporaneo per integrare le ulteriori figure professionali necessarie.

Come riportato al punto 3.2.2., nel caso in cui si prevede la costituzione di un raggruppamento temporaneo, dovrà essere compilato lo stampato 2 con indicazione dei dati di ciascun componente.

L'interpretazione, pertanto, si può ritenere corretta.

A pag. 4 del Documento di Indirizzo alla Progettazione in merito all’area di sosta si afferma “Dovrà essere realizzato un’area di sosta accessibile sia dal tratto di Via Chiesa Madonna proveniente da Nord che da Via Madonna” individuando anche nel successivo schema a pag. 5 del D.I.P. la dislocazione dell’area di sosta in posizione interna rispetto a via Madonna. Si afferma inoltre, sempre a pag. 4 del D.I.P. “La strada di Via Chiesa Madonna, potrà anche essere chiusa nel tratto terminale”. Nel caso di chiudere l’accessibilità veicolare a via Chiesa Madonna da via Madonna sarà impraticabile il collegamento all’area di sosta a meno di realizzare ulteriore viabilità di collegamento al futuro parcheggio da sud. Si chiede cortesemente di chiarire in merito le priorità

Premesso che è lasciata al progettista l'individuazione della miglior soluzione viabilistica per l'ottenimento degli obiettivi fissati dall'Amministrazione, la comunicazione tra Via Madonna e Via Chiesa Madonna, dovrà essere garantita in ogni caso, sia con il mantenimento della viabilità attuale, che, in alternativa, con la creazione di una nuova bretella di collegamento nel caso di chiusura della viabilità attualmente esistente.

Si ricorda, che tale opzione, è stata prevista allo scopo di creare una piazza direttamente comunicante con il Santuario.

Buongiorno, dato il progetto di realizzazione di una piazza per i cittadini e turisti avente parcheggio con zona verde e parco giochi che darà sicuro valore al Santuario non è in previsione un modesto bar caffetteria diurno che offra ai visitatori e comitive, agli abitanti o comunque a gente di passaggio per il paese anche solo per lavoro un punto di ristoro con rispettivi pubblici servizi igienici?

Il presente bando non prevede la realizzazione di bar, caffetterie, etc. dotati dei relativi servizi igienici.

La proposta progettuale potrà comunque prevedere le necessarie predisposizioni per una futura realizzazione compatibilmente con la situazione vincolistica dell'area.

Viste le relazioni tra il Santuario e lo spazio oggetto di concorso si chiede se è possibile avere quantomeno una planimetria del complesso preferibilmente con la sistemazione esterna delle aree per un miglior inquadramento.

La documentazione fornita è quella presente sul sito nella sezione documenti.

Non si possono fornire documenti diversi da quelli forniti in fase di pubblicazione del bando, per non creare situazioni di disparità fra i vari concorrenti.

Ulteriori approfondimenti, sono lasciati a carico del singolo partecipante.

In merito al versamento ANAC, inserendo il CIG (933633073E) nel portale per effettuare il versamento si riscontra il seguente messaggio di errore:" GAE07 - Il codice inserito è valido ma non è attualmente disponibile per il pagamento. E' opportuno contattare la stazione appaltante." Si chiede gentilmente chiarimenti in merito.

In seguito alla Sua comunicazione abbiamo eseguito la procedura di "perfezionamento" sul sito ANAC per cui al momento attuale è possibile procedere con il versamento del contributo.

Buongiorno, il percorso ciclopedonale da inserire all'interno del progetto è da considerare parte di un progetto di ciclovie già studiato a livello sovracomunale? Esistono dei piani che individuano nuove rotte ciclabili nel territorio? Si può considerare di collegare la ciclabile all'interno del progetto con una viabilità ciclabile esterna all'area non ancora esistente? Vi ringrazio.

Attualmente esite solamente una pista ciclopedonale (posta ad est dell'area in esame presso la rotatoria in prossimità al cimitero della località Madonna) che da Via S. Giovanni connette la frazione di Madonna con il centro storico di Lonigo e poi prosegue verso sud, sviluppandosi sull'argine del F. Guà verso la Frazione di Bagnolo.

Vi è la possibilità che in futuro sia sviluppata una ciclabilità che prosegue su Via S. Vettore (ex percorso ferroviario della "Littorina") verso la stazione di Ferroviaria di Lonigo, ma ad oggi non è presente nessuna opera nè nessun progetto in merito anche a causa del progetto della TAV (Treno Alta Velocità) che modificherà la viabiltà nella zona della stazione fino all'immissione di via S. Vettore sull'intersezione con le vie Trassegno - Strada delle Pietre - Via Stazione posta a nord ovest dell'area in esame.

La frase che fa riferiento alla pista ciclopedonale nel D.I.P., tratta di una pitra ciclopedonale che connette Via Madonna con la nuova piazza ed il nuovo parcheggio, prevedendo casomai la predisposizione a future connessioni provenienti da nord, in quanto lungo Via Madonna, non vi attualemnte è lo spazio materiale per sviluppare una vera e propria via ciclopedonale. 

Per quanto concerne la viabilità ciclopedonale, una cartografia ufficiale che tratta al riguardo è la cartografia del Piano provinciale degli itinerari ciclabili disponibile sul sito della Provincia di Vicenza nella sezione Ciclabilità (all'indirizzo https://www.provincia.vicenza.it/ente/la-struttura-della-provincia/servizi/ciclabilita). 

1. Chiarito dal disciplinare che possono partecipare al concorso gli operatori economici sia in forma singola che associata, non è ancora chiaro –anche dopo la risposta al primo quesito- se, nel caso che per il possesso dei requisiti di partecipazione sia necessario formare un raggruppamento temporaneo di professionisti, questo debba essere descritto subito nella domanda di iscrizione; ovvero, vista l’opzione per il gruppo di lavoro di dimostrare i requisiti speciali di capacità economico finanziaria e tecnico-professionale a valle della procedura concorsuale, il gruppo possa essere indicato solo nel caso di ammissione alla seconda fase. 2. Posto che gli elaborati progettuali saranno da allegare contestualmente alla domanda di partecipazione, si conferma che non vi è una scadenza diversa dal 31 ottobre per l’iscrizione al concorso?

1) - Premesso che il bando disciplinare lascia ampio spazio di manovra nell'ambito della possibilità di partecipare in forma singola o associata per favorire quanto più possibile la partecipazione ai concorrenti, si ricorda che :

- il gruppo di lavoro può essere formato anche nella sola seconda fase;

- vi è la possibilità di dimostrare i requisiti speciali a valle della procedura concorsuale.

Si ricorda che, comunque, il gruppo di lavoro non deve essere formato da persone che abbiano partecipato  alla selezione in altri raggruppamenti o in forma singola, a pena dell'esclusione (vedasi punto 3.2.1 del Bando - Disciplinare).

 

2) La scadenza ultima per la partecipazione alla prima fase è del 31 ottobre e non vi sono altre date o scadenze diverse.

Gli elaborati dovranno essere allegati contestualmente alla domanda di partecipazione questo perchè essendo che i file debbono essere coperti dall'anonimato, la procedura informatica è predisposta per acquisire la documentazione in una sola unica fase.

Buonasera. A pagina 4 del Documento di Indirizzo alla Progettazione è riportato che: “La piazza (...) potrà essere separata dalla strada principale di Via Madonna da una area verde che fungerà da separazione e potrà essere destinata al posizionamento di un parco giochi inclusivo, indicativamente nell’area del mappale 16”. Si può interpretare come facoltativa la realizzazione del parco giochi inclusivo oppure ciò che è facoltativo è il suo posizionamento nell'area del mappale 16?

Premesso che è lasciata al progettista la libera scelta delle opere progettuali (da realizzare e non), è auspicabile ricavare un'area a parco giochi inclusivo (anche di modesta entità) non necessariamente da posizionarsi nel mappale 16 in quanto potrebbe influire sul punteggio finale assegnato dalla commissione.

Buonasera. Nel costo stimato per la realizzazione dell'opera, pari a Euro 1.000.000,00 al netto di I.V.A. e di somme a disposizione della Stazione Appaltante, bisogna considerare inclusi i costi di demolizione (e relativi oneri) del fabbricato ex rurale esistente al mappale 16, fg 53?

Premesso che, come riportato nel bando, il costo di 1.000.000,00 di Euro è da considerarsi indicativo e pertanto non vincolante in termini assoluti al fine della realizzazione della proposta progettuale (come riportato anche nel testo del bando-disciplinare di concorso), nell'importo dei lavori va considerato anche il costo delle demolizioni e oneri relativi associati.

Buonasera. Nel Bando a pag. 20 pt. 4.1 si riporta che la tavola grafica A1 (landscape) potrà contenere massimo 2 rappresentazioni tridimensionali delle volumetrie esterne. Nelle citate “grafica e/o immagini di plastico di studio” è corretto includere anche render fotorealistici della proposta di progetto?

Si, è corretto inserire anche rendering fotorealistici della proposta progettuale.

Buongiorno. Nel D.I.P. si riporta: ”La strada di Via Chiesa Madonna, potrà anche essere chiusa nel tratto terminale (zona presso lo sbocco su Via Madonna e fino alla proiezione della nuova area della piazza con il santuario), prevedendo appositi spazi di manovra per l’inversione di marcia dei veicoli provenienti da nord, per favorire la vicinanza della piazza al Santuario”. Lo spazio di manovra ed inversione di marcia potrà eventualmente essere integrato al sistema di viabilità interna al nuovo parcheggio previsto dal progetto?

Premesso che è lasciata la Progettista la massima libertà sulle scelte progettuali definite per l'ottenimento dei risultati attesi, è possibile integrare lo spazio di manovra ed inversione al sistema di viabilità interna al nuovo parcheggio, come pure, ad esempio, spostare la viabilità esistente di Via Chiesa Madonna posta al lato del Santuario in altra posizione per favorire l'accesso al nuovo parcheggio anche da Via Madonna, qualora il Progettista ritenga di operare in tal senso. 

Buongiorno. Nel D.I.P., a pag. 3, è scritto: ” [...] inserendo pavimentazioni tipiche della zona, la riqualificazione dell’arredo urbano [...]”. Il progettista potrà eventualmente prevedere l’inserimento, in termini di arredo urbano, di una vasca d’acqua?

Premesso che è lasciata al Progettista la massima libertà sulle scelte progettuali, vi è la possibilità di inserire arredi urbani a scelta del progettista.

 

 

Buongiorno, in merito al contributo ANAC, quantificato in € 20/00, come disposto dal punto 3.11 del Disciplinare, anche a fronte della risposta di chiarimento risulta impossibile effettuare il versamento perchè la piattaforma prevede importo pari a 0 Euro. Si riferisce di aver sentito direttamente il Contact Center, che rimanda alla stazione appaltante. Si chiede cortesemente di chiarire

Stiamo provvedendo per risolvere la questione del contributo ANAC. Pubblicheremo una nota scritta di chiarimento più presto possibile.

NOTA DI CHIARIMENTO

Si precisa che in riferimento al contributo ANAC indicato al punto 3.11 del Bando disciplinare di concorso, per un refuso è stato indicato in euro 20,00 anzichè NON DOVUTO in quanto la base d'asta è inferiore a 150.000,00 Euro. Pertanto, nessuna ricevuta va allegata alla documentazione amministrativa.