Graduatoria definitiva e menzioni

Con Determina Dirigenziale n. 548 del 07/05/2021 sono stati approvati i verbali di gara e la graduatoria definitiva completa di menzioni

Graduatoria definitiva

  • 1° classificato - codice di secondo grado mdg624drRTP: MANDATARIA: Alpina spa - MANDANTI: Arch. Daniele Durante, Diverserighestudio S.r.l., Dott. Agronomo Luca Fontanini, Ing. Eleonora Sablone,  Arch. Mauro Panigo
  • 2° classificato - codice di secondo grado ss6378naRTP: MANDATARIA: Studio Silva SRL - MANDANTI: S.B.Arch. Studio Bargone Architetti Associati, Airis srl, Arch. Francesco Nigro
  • 3° classificato - codice di secondo grado azm20ets:  RTP: MANDATARIA: politecnica Ingegneria e Architettura soc. coop. - MANDANTI: Arch. Sara Angelini, Arch. Alessio Valmori, Agr. Paolo Rosetti
  • 4° classificato - codice di secondo grado a5r5q5b5RTP: MANDATARIA: Marco Pozzoli - MANDANTI: Chiara Masini, OPA Associati (Cristian Favretto - Paola Cason)

Menzioni

  • Progressivo n° 0004 - codice di primo grado 9JW5QX2K: Studio Montagnini Fusaro. Architettura e paesaggio
  • Progressivo n° 0025 - codice di primo grado 34ERTB12: Arch. Monica Sgandurra

Alla presente comunicazioni si allegano i verbali:

  • Seduta di generazione delle chiavi
  • Valutazione primo grado
  • Valutazione secondo grado
  • Seduta di decrittazione della documentazione amministrativa
  • Determina approvazione verbali
Seduta di generazione delle chiavi Valutazione primo grado Valutazione secondo grado Seduta di decrittazione della documentazione amministrativa Determina approvazione verbali

Graduatoria provvisoria e menzioni

Di seguito si pubblica la graduatoria provvisoria completa di nominativi e le menzioni

Graduatoria provvisoria

1° classificato - codice di secondo grado mdg624drR.T.P. Alpina  spa (Mandataria), Arch. Daniele Durante, DIVERSERIGHESTUDIO S.r.l., Dott. Agronomo Luca Fontanini, ing. Eleonora Sablone, arch. Mauro Panigo;

2° classificato - codice di secondo grado pbsc2021: R.T.P. Neostudio  Architetti Associati (Mandataria), MDU Architetti, Paesaggista Giusy Manfredi, Studio Associato  Caniparoli, Paesaggista Giulia Radaelli;

3° classificato - codice di secondo grado ss6378naR.T.P. Studio Silva SRL (Mandataria), S.B.Arch. Studio Bargone Architetti Associati, Airis srl, Arch. Francesco Nigro;

4° classificato - codice di secondo grado azm20ets: R.T.P.:  Politecnica Ingegneria e Architettura Soc. Coop (Mandataria), Arch. Sara Angelini, Arch. Alessio  Valmori, Agr. Paolo Rosetti;

5° classificato - codice di secondo grado a5r5q5b5: R.T.P. Marco Pozzoli (Mandataria), Chiara Masini, OPA Associati (Cristian Favretto -  Paola Cason)

Menzioni

Progressivo n° 0004 - codice di primo grado 9JW5QX2K: Studio Montagnini Fusaro. Architettura e paesaggio

Progressivo n° 0025 - codice di primo grado 34ERTB12: Arch. Monica Sgandurra

Seduta di decrittazione

Si comunica che la seduta di decrittazione si terrà in modalità telematica, avvalendosi della piattaforma Microsoft Teams, il giorno giovedì 18 febbraio alle ore 9,30.

Per partecipare sul computer o con l'app per dispositivi mobili: Fai clic qui per partecipare alla riunione

Pubblicazione risposte ai quesiti

Si comunica che, nella sezione Quesiti, sono state pubblicate le risposte alle domande pervenute per il secondo grado di concorso.

Codici ammessi al secondo grado e indicazioni della Commissione Giudicatrice

La Commissione ha individuato le 5 proposte progettuali ammesse al 2° grado e 2 menzioni. Di seguito si riportano i relativi codici alfanumerici, con motivazioni e suggerimenti avanzati dalla Commissione per lo sviluppo dei progetti per il 2° grado.

PROPOSTE PROGETTUALI AMMESSE AL 2° GRADO:

n. 0005 - Codice F1M4S9R2
La commissione apprezza lo sforzo progettuale di proporre la ricostruzione di un sistema dunoso, sul quale si attende un approfondimento in particolare relativamente alla sostenibilità ambientale delle soluzioni proposte. Il progetto presenta una buona analisi degli ambienti naturali esistenti, da caratterizzare maggiormente nello sviluppo della vegetazione potenziale e nella creazione di nuovi habitat. E’ apprezzabile la caratterizzazione quasi esclusivamente sportiva, di cui si chiede un maggiore collegamento con il sistema territoriale delle ciclovie. Allo stesso tempo, andrebbe ripreso il tema dell’acqua, come elemento costitutivo e fondativo del luogo. Andrà posta inoltre più attenzione alle scelte funzionali che possono porsi in contrasto con la salvaguardia della pineta esistente. Si invita ad approfondire le tematiche legate ai cambiamenti climatici, proponendo interventi rivolti alla mitigazione e all’adattamento (inondazioni marine e pluviali, etc) e al potenziamento dei servizi ecosistemici.

n. 0012 - Codice PBSC2020
La commissione apprezza la strategia progettuale che propone uno svolgimento articolato del tema dell’acqua e la riproposizione di un percorso botanico che richiama la matrice della salina. Si evidenzia l’attenzione alla dimensione rurale dell’area di progetto e la caratterizzazione degli edifici recuperati. Si suggerisce di rivedere la tematica delle stanze ecologiche, proponendo soluzioni vegetazionali e idrauliche ecologicamente sostenibili nel lungo periodo, e ponendo maggiore attenzione all’analisi e valorizzazione degli elementi ambientali limitrofi. La ricucitura della ferita deve essere riportata ad una dimensione più naturale, in coerenza con le indicazioni derivanti dagli strumenti di gestione dell’area, mentre si suggerisce di porre maggiore attenzione alle scelte di mobilità, che possono porsi in contrasto con la salvaguardia degli habitat della pineta esistente. Sarebbe opportuna una valutazione circa l’adeguatezza dell’inserimento paesaggistico delle torri del vento. Si invita a sviluppare l’approfondimento svolto relativamente alle tematiche legate ai cambiamenti climatici, illustrando le soluzioni individuate rispetto agli interventi di mitigazione e adattamento e al potenziamento dei servizi ecosistemici.

n. 0014 - Codice CDS366FF
La proposta si sposa in maniera armonica con l’area del golf, senza farlo diventare un tema centrale, mantenendo i rispettivi ruoli. Il sistema dei percorsi ciclopedonali riesce ad innervare in maniera omogenea e forte tutto il territorio (con la dovuta attenzione alle Saline e all’Adriatica). Si suggerisce di migliorare l’approfondimento dell’uso degli immobili esistenti, che dovrebbero diventare maggiormente a sostegno della fruizione del parco e più rispondenti alle caratteristiche obiettivo. I contenuti del parco devono in ogni area confermare le caratteristiche obiettivo, per rafforzare l’idea unitaria del progetto con particolare attenzione alla parte a monte di via Stazzone, che dovrebbe preservare la dimensione agricola in rapporto con il parco. Si evidenzia l’esigenza di porre maggiore attenzione alla sostenibilità ambientale nella funzionalizzazione del paesaggio naturale potenziale, con attenzione all’analisi e valorizzazione degli elementi ambientali limitrofi. Le soluzioni di ricucitura della ferita devono essere omogenee con le indicazioni derivanti dagli strumenti di gestione dell’area ed evitare di porsi in contrasto con la salvaguardia degli habitat della pineta esistente. Si invita ad approfondire le tematiche legate ai cambiamenti climatici, proponendo interventi rivolti alla mitigazione e all’adattamento (inondazioni marine e pluviali, etc) e al potenziamento dei servizi ecosistemici.

n. 0019 - Codice SBAN2020
La proposta esalta le qualità ambientali e paesaggistiche del territorio, in cui il bosco potenziale con la ricostituzione di habitat protetti diventa la trama connettiva del nuovo parco, ricucendo i diversi segni in chiave ecosostenibile. Il progetto prevede un landmark che la commissione ritiene non necessario a valorizzare l’intera proposta, che viene apprezzata per la sua dimensione orizzontale che si riafferma attraverso l’uso dell’acqua e dei percorsi. Allo stesso tempo i contenuti programmatici del parco dovrebbero essere ampliati maggiormente per sviluppare una sostenibilità economica nel tempo di tutta l’area, esortando anche ad un maggiore sviluppo funzionale delle differenti forme di parco proposte, perseguendo la salvaguardia degli habitat della pineta esistente, le indicazioni derivanti dagli strumenti di gestione dell’area e ponendo attenzione alle soluzioni sostenibili. Si suggerisce di sviluppare l’approfondimento dell’uso degli immobili esistenti, che dovrebbero diventare maggiormente a sostegno della fruizione del parco. Si invita ad approfondire le tematiche legate ai cambiamenti climatici, proponendo interventi rivolti alla mitigazione e all’adattamento (inondazioni marine e pluviali, etc) e al potenziamento dei servizi ecosistemici.

n. 0021 - Codice AH020Y20
La proposta è stata apprezzata per la completezza dei temi affrontati e per la struttura proposta nel rapporto tra città, pineta e sistema dei percorsi. Si apprezza la volontà di instaurare un rapporto di permeabilità con la trama urbana, evidenziando nel contempo l’importanza di non adottare una struttura eccessivamente rigida all’interno del parco, privilegiando una composizione che dialoghi con la natura del parco stesso e del suo territorio, rendendo maggiormente armoniosi i due sistemi. Allo stesso tempo i contenuti programmatici del parco dovrebbero essere approfonditi maggiormente, perseguendo la sostenibilità, anche economica, nel tempo, di tutta l’area. Si suggerisce di sviluppare l’approfondimento dell’uso degli immobili esistenti, a sostegno della fruizione del parco. Si suggerisce anche di armonizzare le soluzioni di mobilità e infrastrutturali con la salvaguardia degli habitat della pineta esistente. Sarebbe opportuna una valutazione circa l’adeguatezza dell’inserimento paesaggistico della torre panoramica. Si invita ad approfondire le tematiche legate ai cambiamenti climatici, proponendo interventi rivolti alla mitigazione e all’adattamento (inondazioni marine e pluviali, etc) e al potenziamento dei servizi ecosistemici.

PROPOSTE PROGETTUALI OGGETTO DI MENZIONE:

n. 0004 - Codice 9JW5QX2K
La commissione vuole menzionare la proposta che, con un segno unitario rimarca una connessione tra le colonie storiche e il cuore della zona colpita dalla tromba marina e rende distintivo l’ampliamento della pineta da una parte e il parco pubblico dall’altra, con radure e piccoli specchi d’acqua organici all’area golf. La definizione di un disegno territoriale appare affascinante e radicale, ma non approfondisce i temi del bando in maniera esaustiva, focalizzandosi su pochi segni ed elementi senza arrivare a formulare una strategia unitaria.

n. 0025 - Codice 34ERTB12
La commissione menziona la proposta che rivela, attraverso un elegante gesto fondativo, l’approccio originale al progetto di paesaggio, affidando alla forma, al racconto e alla vegetazione, un carattere peculiare che lascia però in secondo piano alcuni temi fondamentali, tra i quali, il recupero degli immobili e mostra limiti relazionali e di connessione ecologica con le aree boscate limitrofe.

Aggiornamento calendario di concorso

Si comunica che le date relative al concorso sono state modificate. La sezione "Scadenze" è stata aggiornata con le nuove date tra cui:

  • Chiusura delle iscrizioni e contestuale invio degli elaborati e della documentazione amministrativa per il 1° grado, entro le ore 12 del 28/10/2020

Chiarimento in relazione alla figura dell'architetto paesaggista

Visto quanto previsto dall'art.16 comma 1 del DPR 328/2001 in relazione all'attività professionale degli iscritti nella sezione A – settore “Architettura” e le circolari esplicative sul punto emanate dal CNAPPC,  in relazione alla figura dell' ”architetto paesaggista” richiesta dal disciplinare di gara al punto 3.2.1 all'interno della struttura minima operativa, si specifica che tale professionista può essere un architetto, iscritto al relativo ordine professionale al settore “Architettura” oppure un paesaggista, iscritto al relativo ordine professionale al settore “Paesaggistica”.

Aggiornamento documenti e risposte ai quesiti

Si comunica che, nella sezione Quesiti, sono state pubblicate le risposte alle domande pervenute per il primo grado di concorso. E' stata aggiornata anche la sezione Documenti con l'inserimento delle planimetrie.

Chiave pubblica di crittazione

Si comunica che - nella sezione Documenti - è stata caricata la chiave pubblica di crittazione.

Aggiornamento: allore ore 10.00 è stato caricato il verbale relativo alla seduta di generazione delle chiavi informatiche.

Verbale seduta di generazione delle chiavi

Seduta pubblica di generazione delle chiavi

Si comunica che la seduta pubblica di generazione delle chiavi si terrà lunedì 06 luglio 2020, presso la Sala Riunioni della Palazzina Tiberio Muccioli in P.zza XXV Aprile 11 - Cervia, alle ore 9.00