Codici ammessi al secondo grado

I partecipanti autori delle cinque proposte progettuali che si ammettono al prosieguo in 2° grado sono identificati con i seguenti codici alfanumerici, nel rispetto del previsto anonimato:

  • Progetto n.1 – codice H41A3RG8
  • Progetto n.2 – codice 6R11nnE7
  • Progetto n.3 – codice FCVPFG22
  • Progetto n.4 – codice 1G783BAS
  • Progetto n.5 – codice D07AG39B

La Commissione, nell’esprimere apprezzamento per le proposte ideative pervenute, raccomanda che nella successiva fase concorsuale lo sviluppo del PFTE approfondisca i seguenti aspetti: 

  • Ottimizzazione del rapporto con il contesto della proposta progettuale, fondata sulla conoscenza dello stato dei luoghi;
  • Particolare attenzione alla possibilità di realizzazione del progetto in tempi rapidi con particolare attenzione alle procedure amministrative, autorizzative e di responsabilità verso terzi;
  • Attenta valutazione economica delle opere per il rispetto delle somme disponibili ai fini dell’esecuzione dell’opera pubblica;
  • Manutenzione e recupero delle pavimentazioni esistenti e armonizzazione delle tessiture litiche a pavimento tra l’esistente e il nuovo valutando l’opportunità di un cambio cromatico/materico nelle intersezioni pedonale/carrabile;
  • Conoscenza approfondita delle specie arboree esistenti e delle loro problematiche (apparati radicali affioranti, chiome invasive sulle facciate) per un’eventuale reiterazione (e/o reimpianto degli esemplari mancanti) ed armonizzazione con la nuova proposta progettuale (uso di stesse specie per l’intervento globale)
  • opportuna valorizzazione delle emergenze architettoniche e dei monumenti presenti nelle aree di progetto (statua caduti guerre, facciate storiche di strutture) così come una auspicabile mitigazione dell’impatto di architetture e situazione incongrue anche attraverso l’uso di essenze arboree;
  • Possibilità di integrazione, riuso e ricollocazione degli elementi di arredo urbano esistente: panche, illuminazione, dissuasori, …;
  • Rispetto della disciplina di cui alla legge 717/1949 in relazione alla collocazione di elementi artistici di arredo urbano nell’ambito di progetto;
  • Argomentazione puntuale circa metodologie e tecniche utilizzate nella risoluzione delle problematiche correlate alle isole di calore relativamente all’esposizione termica delle aree di progetto.
  • Approfondito studio dei layout dei flussi pedonali, carrabili e delle aree da destinare a parcheggio e dei loro nodi di intersezione e aree di interferenza anche in ordine a questioni di sicurezza di cose e persone.

NOMINA COMPONENTI GIURIA

Di seguito si pubblicano i nominativi dei membri della Commissione, effettivi e supplenti:

Rappresentante della stazione appaltante, con funzioni di presidente: Dott. Giuseppe SANTOIEMMA
Esperto designato dalla stazione appaltante: Ing. Pompeo Colacicco
Designato dal Politecnico di Bari, Corso di Laurea in Architettura Prof. Giuseppe FALLACARA
Designato dall'Ordine degli Architetti Prof. Arch. Michele MONTEMURRO - Sostituto Arch. Porzia PIETRANTONIO
Designato dall'Ordine degli Ingegneri: Prof. Ing. Francesco ROTONDO - Sostituto Prof. Ing. Mario BINETTI

Importante: nei casi in cui un concorrente rilevi condizioni di incompatibilità con uno o più membri della Commissione giudicatrice, è tenuto, pena l'esclusione, a compilare il modulo elettronico di Segnalazione di incompatibilità presente nel sito del concorso.
Il modulo sarà attivo a partire dal 20 ottobre p.v., l'invio dovrà essere effettuato entro le ore 24:00 del 24 ottobre p.v.
Il concorrente, compilando il modulo, dovrà indicare nome e cognome del giurato incompatibile e, affinché sia garantito l’anonimato, non dovrà inserire dati personali, ma esclusivamente il codice di primo e secondo grado utilizzati durante l’iscrizione al concorso.
Le motivazioni delle incompatibilità segnalate saranno rese al RUP soltanto dopo la decriptazione dei documenti e dovranno fare espresso riferimento all’art. 77, comma 6 del codice dei contratti. Resta ferma ogni responsabilità civile e penale in capo al concorrente responsabile della sostituzione di un giurato, non motivata ai sensi del sopra richiamato art. 77, comma 6.

Chiave pubblica di crittazione

Si comunica che la chiave pubblica di crittazione, per la documentazione amministrativa, è a disposizione per il download nella sezione documenti

Seduta pubblica di generazione delle chiavi

Si comunica che la seduta pubblica di generazione delle chiavi si terrà in presenza il giorno 5 settembre 2022 alle ore 10:30 presso la sede del del Comune di Gioia del Colle, sita in Piazza Margherita di Savoia, num. civ. 10, 70023, Gioia del Colle (BA), nell'ufficio del RUP Ing. Antonino Delvecchio.

Non sono previste specifiche restrizioni Covid. Non è previsto un numero massimo di partecipanti. E' richiesto l'uso della mascherina FFP2

Realizzazione dell’asse attrezzato "Ferrovia – Piazza Plebiscito"

L’obiettivo primario per il Comune di Gioia del Colle è quello di riqualificare e valorizzare lo spazio urbano dell’asse attrezzato tra Piazza Plebiscito e Piazza John Fitzgerald Kennedy.
La nuova sistemazione dovrà rispettare la normativa urbanistica vigente ed i caratteri specifici del luogo e dovrà consentire la decongestione del traffico veicolare, nonché il recupero e la valorizzazione degli spazi pubblici per la vita cittadina: passeggio ed interscambio sociale e culturale atti a confluire in un polo di aggregazione.

Gli obiettivi, pertanto, oltre alla viabilità veicolare e pedonale presente nell’edificato del territorio comunale, devono interessare la riqualificazione degli spazi di connessione destinati alla sosta od al verde urbano.
Tutte le proposte dovranno ridefinire lo spazio civico, qualificando il valore delle piazze come “luoghi” innovativi, riconoscibili ma rispettosi dei valori storici e culturali, essere tra loro coordinate negli spazi e nei tempi, essere compatibili con lo stato dei luoghi e risultare di concreta fattibilità, garantendo all’Amministrazione Comunale un’agevole gestione e manutenzione.