Il modulo quesiti non è più disponibile: quesiti e risposte, se ritenuti di interesse comune, saranno pubblicati in questa pagina.

Risposte pubblicate

Salve, volevo chiedere se un ingegnere libero professionista in possesso di laurea triennale e quindi iscritto alla sezione B all'ordine degli ingegneri potesse partecipare in forma singola al concorso. Saluti!

L'art. 46 del D.P.R. n. 328/2001, comma 1 lett. A e comma 2 lett.B, definisce chiaramente gli ambiti di competenza degli ingegneri iscritti, rispettivamente, alle sezioni A e B. Un’opera come quella del nuovo ponte Buriano è di competenza di un ingegnere  in possesso di una laurea magistrale e/o equivalente, trattandosi di opere strutturali e infrastrutturale di trasporto e non di “costruzioni civili semplici, con l'uso di metodologie standardizzate”.

Tant'è che la categoria prevista nel Disciplinare di gara per le strutture è la S.06, ovvero “Opere strutturali di notevole importanza costruttiva e richiedenti calcolazioni particolari ‐ Verifiche strutturali relative ‐ Strutture con metodologie normative che richiedono modellazione particolare: edifici alti con necessità di valutazioni di secondo ordine

 

 

 

 

Spett.le S.A., il disciplinare di gara, in relazione alla presente procedura, richiede il possesso nella fase di primo grado dell'iscrizione alla Camera di Commercio (per società) e di abilitazione professionale (per persone fisiche). In relazione al secondo grado, vengono indicati dei requisiti inerenti il gruppo di lavoro e le figure minime richieste per la partecipazione a tale fase. Si chiede pertanto conferma che per la fase di primo grado sia ammessa la partecipazione anche in assenza delle figure che costituiranno, per il secondo grado, il gruppo di lavoro richiesto. Si chiede altresì di confermare che l'eventuale modifica dell'RTI possa essere effettuata anche ai fini della partecipazione al secondo grado mediante l'inserimento di professionisti, quali mandanti, che ricoprano cumulativamente le figure minime richieste. Con osservanza.

La dichiarazione relativa alla costituzione del gruppo di lavoro composto dai professionisti indicati nella tabella di cui al punto 3.4 è requisito richiesto per la partecipazione al secondo grado. Si precisa che i suddetti professionisti possono essere sia componenti di un raggruppamento temporaneo, sia soci/associati di società di professionisti/associazioni tra professionisti, sia dipendenti/collaboratori dei concorrenti. I professionisti indicati possono ricoprire cumulativamente le figure minime richieste nel gruppo di lavoro.

Spett.le S.A., si chiede di confermare che il requisito inerente i servizi di punta possa essere soddisfatto anche mediante la dichiarazione di un singolo servizio di importo pari a quello complessivamente richiesto dalla lex specialis di gara. Con osservanza.

Il requisito inerente i servizi di punta può essere soddisfatto esclusivamente mediante la dichiarazione dell’avvenuto espletamento, negli ultimi dieci anni, di due servizi relativi ai lavori appartenenti ad ognuna delle "ID-Opere" dei lavori cui si riferiscono i servizi da affidare, come indicato al punto 3.3 lett. E) n. 2 del Disciplinare di Gara.

1. La strada lungoargine in riva sinistra, lato Sud dell'Arno, deve essere mantenuta nella attuale posizione? Se si, il ponte la deve scavalcare? 2. Ci sono limitazioni di elementi in altezza? 3. Si possono prevedere pile in alveo? 4. Ci sono indicazioni/vincoli sulla luce minima/massima del ponte? 5. I compensi di progettazione sono fissi o vengono rimodulati in base all'offerta economica? 6. Sono disponibili batimetrie dell’area interessata? 7. Per le caratteristiche del sottosuolo le indagini integrative prefigurate nella Relazione Geologica del Gennaio 2021 verranno eseguite dalla Provincia prima o dopo la seconda fase?


1. La strada longoargine deve restare nella stessa posizione e la nuova viabilità la deve scavalcare;
2. Non vi sono limitazioni espresse sugli elementi in altezza; dovranno comunque essere ottenute tutte le necessarie autorizzazioni previste dalle disposizioni vigenti;
3. Non vi sono indicazioni relative ad eventuali pile in alveo; dovranno comunque essere ottenute tutte le necessarie autorizzazioni previste dalle disposizioni vigenti;
4. Non vi sono indicazioni relative alla luce minima/massima del ponte; dovranno comunque essere ottenute tutte le necessarie autorizzazioni previste dalle disposizioni vigenti;
5. Il corrispettivo per il progetto di fattibilità tecnica ed economica è indicato al punto 6.1) lett. a); il corrispettivo massimo dell'incarico per l'eventuale sviluppo degli ulteriori livelli progettuali è quello indicato al punto 6.1) lett. b) del Disciplinare di gara, cui sarà applicata una riduzione degli onorari, spese comprese, pari al 35%, ritenendo in questo modo ottemperata la negoziazione;
6. Agli atti della Provincia non risultano disponibili batimetrie dell'area interessa;
7. Le eventuali indagini geognostiche integrative previste nella relazione geologica del Gennaio 2021 verranno eseguite dalla Provincia in fase di redazione del progetto definitivo e quindi dopo la conclusione del concorso di progettazione.

Si chiede se la partecipazione alla gara di primo grado necessita già conferma dei requisiti 3.3 C ( per la gara di secondo grado ), oppure è possibile sanarli una volta passati alla gara di secondo grado?

I requisiti di cui al punto 3.3. lett. C) fanno riferimento al Gruppo di lavoro la cui costituzione dovrà essere dichiarata dai partecipanti al 2°grado del Concorso.

Vorremo sapere se il giovane professionista deve avere la firma digitale? saluti

Il giovane professionista non deve presentare dichiarazioni che richiedano la firma digitale.

Spett.le stazione appaltante, con la presente si chiede se per la partecipazione al 1°grado del concorso è sufficiente completare il DGUE solo per le parti attinenti ai requisiti generali (punto 3.3 del Disciplinare di gara - A. Requisiti di cui al D.M. 263/2016 e B. Requisiti di idoneità professionale) e se quindi non è necessario completare il DGUE per le parti legate ai criteri economici finanziari e tecnico professionali. Inoltre, si chiede conferma per la modifica dei componenti del RTP (ad eccezione della mandataria) in caso di accesso alla 2° ed in caso di vincita del concorso. Infine, si chiede se possono essere messi a disposizione dei concorrenti documenti attinenti agli aspetti idraulici del fiume e dell'area (relazione idraulica, studio di capacità idraulia ecc.) ed eventuali studi di viabilità o studi del traffico riferiti al progetto da realizzare. Grazie della collaborazione. Distinti saluti

Non è necessario compilare le parti del DGUE relative ai requisiti economici finanziari e tecnico professionali poiché, come indicato nel Disciplinare di Gara al punto 3.3 i requisiti di cui alle lettere D) ed E) rispettivamente “requisito economico-finanziario” e “requisiti di capacità tecnica e professionale” sono richiesti al vincitore del concorso, per l’affidamento dei successivi livelli di progettazione.

E’ ammessa la modifica dei componenti del RTI solamente in capo al Vincitore del concorso.

Agli atti della Provincia non risultano disponibili documenti attinenti gli aspetti idraulici dell'area interessata dalla progettazione oggetto della procedura di concorso.

 

 

Buongiorno, nel disciplinare di concorso, al punto 3.4 “Gruppo di Lavoro” è indicata in Tabella 2, p.to 5 la figura del “Progettista del Paesaggio”. Per tale figura è richiesta la “Laurea magistrale, o titolo equivalente, in architettura del paesaggio”. Con la presente si chiede se tale requisito richiesto possa essere ricoperto anche da professionista in possesso della “laurea magistrale in architettura”.

Tale requisito può essere ricoperto anche da un progettista in possesso di un titolo equivalente alla Laurea magistrale in architettura del paesaggio ai sensi della normativa vigente.