Codici ammessi al secondo grado e raccomandazioni della Commissione

Si comunicano i codici alfanumerici delle proposte progettuali che si ammettono al 2° grado sono i seguenti:
  • C2GS7J1A
  • BUC1999C
  • CHCOSAAA
La Commissione concorda nell’individuare le seguenti indicazioni progettuali per lo sviluppo dei progetti nel secondo grado:
  • Rafforzare la continuità urbana con dispositivi in pendenza tipici delle città barocche del sud-est siciliano.
  • Adoperare il “verde infrastrutturale” come elemento di ombreggiamento alle percorrenze e non solamente come decoro urbano.
  • Utilizzare specie vegetali della macchia mediterranea al fine di ridurre i costi di gestione e irrigazione.
  • Incentivare la mobilità sostenibile attraverso l’uso di ricariche per auto e biciclette elettriche.
  • Specificare le modalità di gestione delle acque bianche.
  • L’area di sedime dell’ex Macello comunale e la scalinata storica non devono essere variati in quanto oggetto di altro progetto di rigenerazione.
  • Implementare la dimensione ecologica/ambientale dell’intervento.
  • Esplicitare in che modo sarà garantito l’innalzamento dei livelli di biodiversità

NOMINA COMPONENTI GIURIA

Membri titolari:

- Geom. Giuseppe Cavarra, rappresentante della Stazione Appaltante, con funzioni di Presidente
- Dott. Arch. Antonio Stornello, esperto designato dalla Stazione Appaltante
- Dott. Arch. Vincenzo Latina, esperto designato dall’Ordine degli Architetti PPC di Siracusa
- Dott. Ing. Corrado Fianchino, esperto designato dall’Ordine degli Ingegneri di Siracusa
- Prof. Vito Martelliano, esperto designato dalla SDS di Siracusa in Architettura e Patrimonio Culturale

Membri supplenti:

- Geom. Salvatore Speranza, rappresentante della Stazione Appaltante
- Dott. Arch. Salvatore Missud, esperto designato dalla Stazione Appaltante
- Dott. Arch. Ilaria Alessandra , esperto designato dall’Ordine degli Architetti PPC di Siracusa
- Dott. Ing. Sebastiana Caruso, esperto designato dall’Ordine degli Ingegneri di Siracusa
- Prof. Fabrizio Foti, esperto designato dalla SDS di Siracusa in Architettura e Patrimonio Culturale

Importante: nei casi in cui un concorrente rilevi condizioni di incompatibilità con uno o più membri della Commissione giudicatrice, è tenuto, pena l'esclusione, a compilare il modulo elettronico di Segnalazione di incompatibilità presente nel sito del concorso.

Il modulo sarà attivo a partire dal 10 novembre p.v., l'invio dovrà essere effettuato entro le ore 24:00 del 16 novembre p.v.
Il concorrente, compilando il modulo, dovrà indicare nome e cognome del giurato incompatibile e, affinché sia garantito l’anonimato, non dovrà inserire dati personali, ma esclusivamente il codice di primo e secondo grado utilizzati durante l’iscrizione al concorso. Le motivazioni delle incompatibilità segnalate saranno rese al RUP soltanto dopo la decriptazione dei documenti e dovranno fare espresso riferimento all’art. 77, comma 6 del codice dei contratti. Resta ferma ogni responsabilità civile e penale in capo al concorrente responsabile della sostituzione di un giurato, non motivata ai sensi del sopra richiamato art. 77, comma 6.

Verbale commissione

Nota relativa al contributo ANAC

Si specifica che il versamento di cui al punto 3.11 del Disciplinare di Concorso NON è dovuto, pertanto la ricevuta di versamento del contributo all’ANAC di cui al punto 4.2 non rientra nella documentazione amministrativa da esibire in primo grado.
Si allega comunicazione ufficiale.
 
Nota ufficiale ANAC

CHIAVE PUBBLICA DI CRITTAZIONE

Si comunica che la chiave pubblica di crittazione è a disposizione per il download nella sezione Documenti.

Verbale quesiti di 1° grado

Si allega il verbale relativo ai quesiti di 1° grado

Quesiti primo grado

Aggiornamento sezione Documenti

In data odierna, sono stati caricati i seguenti documenti:

- Rilievo plano altimetrico

- Relazione geologica preliminare

- Ortofoto ad alta risoluzione

SEDUTA PUBBLICA DI GENERAZIONE DELLE CHIAVI

Si comunica che la seduta pubblica di generazione delle chiavi si terrà, in modalità informatica, il 26 settembre alle ore 10.00. 
Il link per accedere è il seguente: https://meet.google.com/dvc-rnma-icq

Rigenerazione margine urbano del Comune di Rosolini

Una vera sfida si è aperta nel Comune di Rosolini, dove l'amministrazione si è posta l’obiettivo di ripensare al margine urbano della città come opportunità strategica sia da un punto di vista urbanistico che per lo sviluppo socio economico della città. Con questo spirito, il progetto di riqualificazione del margine urbano è finalizzato ad attivare molteplici processi rigenerativi attraverso la connessione di parti di città attualmente separate e attraverso l’attivazione di nuove funzioni sociali e culturali.

Il Progetto di Fattibilità Tecnico-Economica (PFTE) dell’intervento di riqualificazione del margine urbano riguarda un tratto significativo del margine urbano compreso fra gli ex capannoni Cesalpina e la Piazza Padre Pio, distinto in tre lotti funzionali, gli obiettivi generali del progetto sono pertanto: potenziare la connessione tra il Centro Storico e le aree marginali, migliorare i collegamenti e la sicurezza stradale delle vie di accesso e di fruizione “da” e “per” la città, riqualificare lo spazio pubblico attraverso la progettazione di aree verdi e attrezzature al fine di creare nuove opportunità di incontro e svago ed implementare la connessione ecologica.