Pubblicazione Verbale Chiarimenti 2° e nuovi fac-simili

Si comunica che è stato pubblicato nell'area documenti il Verbale richiesta chiarimenti e relative risposte 2^ Grado, fac-simile modello impegno cauzione definitiva istituto e fac-simile composizione gruppo di lavoro (modificato)

chiusura quesiti 2° grado

Si comunica che la chiusura del modulo per i quesiti per il secondo grado è posticipata al 6 gennaio 2023.

Nuovo Calendario

Nella sezione Scadenze sono state modificate le date del Concorso.

Pubblicazione dei codici ammessi al secondo grado

I 5 (cinque) codici selezionati per il II grado del Concorso sono:

A33C99AF

D1A2E3C4

BU663LL0

WRB39MBN

LVA05822

 

Variazione termine lavori 1^ grado

Si comunica che la pubblicazione dei codici ammessi al secondo grado è stata posticipata al 20 dicembre per dare modo alla Commissione di valutare al meglio i progetti pervenuti. Nella stessa giornata verranno pubblicate anche le nuove date relative al secondo grado.

NOMINA COMPONENTI GIURIA

Di seguito si pubblicano i nominativi dei membri della Commissione, effettivi e supplenti:

Membri effettivi
- Ing. Giuseppe Galizia iscritto all’Ordine degli Ingegneri della provincia di Catania, rappresentante della stazione appaltante, con funzioni di presidente;
- Arch. Giovanni Lucifora iscritto all’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori di Catania, individuato dall’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Catania;
- Ing. Enrico Foti iscritto all’Ordine degli Ingegneri della provincia di Catania, dall’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Catania.


Membri supplenti
- Ing. Cosimo Pulvirenti iscritto all’Ordine degli Ingegneri della provincia di Catania, rappresentante della stazione appaltante, con funzioni di presidente;
- Arch. Pietro Milone iscritto all’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori di Catania, individuato dall’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Catania;
- Ing. Giuseppe Amantia iscritto all’Ordine degli Ingegneri della provincia di Catania, individuato dall’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Catania.

Importante: nei casi in cui un concorrente rilevi condizioni di incompatibilità con uno o più membri della Commissione giudicatrice, è tenuto, pena l'esclusione, a compilare il modulo elettronico di Segnalazione di incompatibilità presente nel sito del concorso.

Il modulo sarà attivo a partire dal 15 novembre p.v., l'invio dovrà essere effettuato entro le ore 24:00 del 19 novembre p.v.
Il concorrente, compilando il modulo, dovrà indicare nome e cognome del giurato incompatibile e, affinché sia garantito l’anonimato, non dovrà inserire dati personali, ma esclusivamente il codice di primo e secondo grado utilizzati durante l’iscrizione al concorso. Le motivazioni delle incompatibilità segnalate saranno rese al RUP soltanto dopo la decriptazione dei documenti e dovranno fare espresso riferimento all’art. 77, comma 6 del codice dei contratti. Resta ferma ogni responsabilità civile e penale in capo al concorrente responsabile della sostituzione di un giurato, non motivata ai sensi del sopra richiamato art. 77, comma 6.

Chiave pubblica di crittazione

Si comunica che la chiave pubblica di crittazione è a disposizione per il download nella sezione Documenti. 

SEDUTA PUBBLICA DI GENERAZIONE DELLE CHIAVI

Si comuniche che la seduta pubblica di generazione delle chiavi informatiche si terrà in data 10 ottobre alle ore 10.
Link: https://meet.google.com/hsp-vgyf-vuv

“Demolizione e ricostruzione del Liceo “Giovanni Verga” di Adrano (CT)

La Città Metropolitana di Catania è risultata beneficiaria per il finanziamento delle spese per un concorso di progettazione e di idee, con i fondi messi a disposizione su proposta del Ministero per il Sud e la Coesione Territoriale. La nuova sfida prevede la realizzazione di crescita intelligente e sostenibile che assicuri lo sviluppo armonico del territorio, anche dal punto di vista infrastrutturale.

Gli obiettivi del concorso verteranno sulla vocazione del territorio, individuare soluzioni compatibili con gli strumenti urbanistici regolatori generali e/o attuativi ed essere agevolmente e celermente realizzabili, anche con modeste varianti, e comportare soluzioni a basso impatto ambientale, di recupero e valorizzazione del patrimonio esistente, in ogni caso limitando il consumo di suolo e conformi alle specifiche tecniche ed ai criteri ambientali minimi.

L'edificio scolastico deve garantire il necessario benessere psicologico, stimolare un rapporto positivo fra edificio, utente e società nel suo insieme, a cominciare da una architettura capace di educare a partire dalle sue forme, dalle sue spazialità che devono stimolare l’incontro e lo scambio delle idee stabilendo per questo, spazialità aperte al suo interno, ma anche in un nuovo sistema di relazioni fra scuola e città.