Avviso N. 3 - Caratteristiche idrogeologiche dell'area

In merito ad alcuni quesiti pervenuti si pubblica quanto segue:

Come desumibile dalla sovrapposizione dell'area oggetto del bando con le informazioni contenute nella tavola 3 delle fragilità del P.A.T. (di cui allego una stampa in formato A4 in scala 1:2.000), la maggior parte dell'area ricade in un terreno idoneo all'edificazione (tratteggio verde).
La porzione meridionale (tratteggio giallo) è caratterizzata dal fattore ID; inoltre la porzione più meridionale (tratteggio giallo + tratteggio blu) è anche caratterizzata dal fattore ES (da cui la sigla ID ES).
Per ognuna sono specificate negli articoli 15 e 16 delle Norme Tecniche del P.A.T. ripresi nell'articolo 46 delle Norme Tecniche Operative del P.I. le limitazioni. A priori non sono vietati gli interrati; sono ammessi se si prevedono adeguati sistemi di protezione idraulica (esempio un'adeguata impermeabilizzazione (almeno fino al livello di falda, consigliato fino alla quota di imposta del nuovo edificio) per impedire l'allagamento conseguente alla fluttuazione del livello di falda e sistemi per impedire l'accesso all'acqua piovana).
All'art. 65 (repertorio normativo) delle Norme Tecniche Operative del Piano degli Interventi (P.I.) relativamente alla z.t.o. C2PER/1, all'interno della quale ricade l'intervento, nella nota 1 a piè pagina, è prescritto che: "Dovrà essere mantenuto il volume d'invaso del bacino di laminazione presente lungo viale della Costituzione a servizio del P.U.A "Battisti-Manzoni" (ossia z.t.o. C2a/31a, 31b e 31c)".
Quindi: si può tombinare parzialmente la vasca di laminazione presente a nord, sostituendola con un tombotto di pari volume (calcolato prendendo come altezza quella dal fondo vasca al piano campagna). Si sottolinea che tale vasca è al servizio del P.U.A. Battisti-Manzoni e quindi l'intervento di tutta la z.t.o. C2PER/1 (compreso il teatro) dovrà individuare un altro invaso.

Nella sezione "Documenti" è possibile scaricare la tavola relativa all'elaborazione della fragilità

Avviso N. 3 - Quesiti relativi al finanziamento dell'opera e dell'incarico

La somma relativa al compenso per la progettazione è stanziata e disponibile nel bilancio per l'annualità 2018, quella complessiva di 2.000.000 di euro per il finanziamento dell'opera è stanziata nel bilancio pluriennale 2018/2020.
Il secondo grado del concorso richiede ai concorrenti di elaborare una valutazione economica dell'intervento in base alla quale potranno essere reperiti ulteriori finanziamenti.
Gli arredi e le attrezzature tecniche per il teatro, il parcheggio, come pure l'impiantistica e le attrezzature legate al parco sono attualmente esclusi dal finanziamento

Avviso N. 2 - Mappali interessati dal progetto

In merito al quesito relativo ai mappali interessati dal progetto si specifica che: sono i soli elencati nel bando a pag. 4 e nella seconda pagina dell'Elaborato 2 Programma del concorso, cioé: nn. 887,889, 890, 891e 26.

Avviso N. 1 - Carta tecnica regionale

Nella sezione "Documenti" è stata caricata la Carta Tecnica Regionale, aggiornata al 2016.
Il file è in f.to DWG, compresso in ZIP per agevolare il download.

Chiave pubblica di crittazione

Nella sezione "Documenti" è stata caricata la chiave pubblica di crittazione per la documentazione amministrativa.

Guide alla crittazione della documentazione amministrativa

Nella sezione "Documenti" sono state caricate le guide (versione Windows e versione Mac) per la crittazione dei documenti amministrativi

Premesse al concorso

L'amministrazione della Città di Albignasego tra i propri obiettivi strategici annovera il sostegno alla cultura e all'economia della creatività quale fattore di sviluppo del territorio. Nel Documento Unico di Programmazione nell'ambito dell'area strategica dedicata alla cultura dello sport e del tempo libero l'obiettivo delle promozione di iniziative ed interventi a favore della cultura e del tempo libero occupa il primo posto.

Oltre al mantenimento di un sistema culturale consolidato nel tempo ci si propone di valorizzare la cultura promuovendo la realizzazione di un'apposita struttura destinata alle attività culturali e allo spettacolo per dare risposte più adeguate alla domanda sempre maggiore di spazi adeguati ad accogliere attività culturali di tipologia sempre più articolata rivolta dalla cittadinanza.

All'esigenza di ospitare eventi con partecipazione numerosa, dell'ordine delle 500 persone, attualmente si riesce a dare risposta con l'allestimento temporaneo delle due strutture sportive presenti nel territorio: il palazzetto polivalente e il palazzetto dello sport Gazzabin.

La realizzazione di un nuovo edificio da utilizzare come teatro, auditorium, cinema si colloca in questo contesto ed è prevista in continuità sia tematica che funzionale con un'area da destinare a parco urbano tematico.