Il modulo quesiti non è più disponibile: quesiti e risposte, se ritenuti di interesse comune, saranno pubblicati in questa pagina.

Risposte pubblicate

Buonasera, il verbale della prima seduta per la generazione delle chiavi è incompleto. Potreste gentilmente ripubblicarlo? Grazie

Si riallega il verbale relativo alla seduta pubblica di generazione delle chiavi informatiche completo di tutte le pagine.

L'area di progetto non è segnata sul file autocad ma soltanto sul catastale. I due files hanno basi diverse e non sono sovrapponibili a meno di un erroere che appare eccessivo. Sul file autocad è riportata una finestra di dialogo nella quale si legge:/catastale evidenziato.jpg che non è il nome del catastale fornito (nome file:04. stralcio catastale con individuazione area di intervento Vorremmo avere sulla base autocad da voi fornita l'esatta lòocalizzazione dell'area di intervento grazie.

Il file autocad fa riferimento allo stesso stralcio catastale allegato, seppur rinominato diversamente. Visto il livello di progettazione richiesto l'eventuale margine d'errore, dovuto alla sovrapposizione tra catastale e erofotogrammetria, si ritiene trascurabile. L'effettiva riperimetrazione dell'area dovrà essere eseguita dell'aggiudicatario.

L' area evidenziata in giallo in basso , a ridosso della rampa che dalla S.S. 18 conduce all'area destinata a parcheggio ha dei limiti di utilizzo?

Come indicato nel DPP al punto C.2. (Riqualificazione della via di accesso all’area di parcheggio). Il progetto dovrà prevedere la riqualificazione dell’intera via di accesso che dalla SS18 giunge al parcheggio, prevedendone la ridefinizione della sezione in modo tale da garantire una comoda ed adeguata accessibilità all’area con doppio senso di circolazione. A tal proposito è previsto un parziale esproprio delle particelle adiacente l’intera via, evidenziate in giallo nella mappa catastale allegata, pertanto, l'utilizzo delle aree è strettamente funzionale alla ridefinizione della viabilità d'accesso al parcheggio.

Il Disciplinare al paragrafo 4.1 (Elaborati progettuali richiesti per il 1° grado) richiede la "Verifica di coerenza con il programma funzionale allegato". Tale allegato non risulta disponibile sulla piattaforma alla sezione "DOCUMENTI". Sarà reso disponibile? Inoltre si chiede se, oltre la ricevuta del contributo ANAC, sia necessario generare il PASSOE (sia per singoli professionisti che per raggruppamenti temporanei). Grazie.

1) Il programma funzionale citato al paragrafo 4.1 del bando (Elaborati progettuali richiesti per il 1° grado) è, di fatto, il contenuto del documento preliminare alla progettazione. Tale verifica dovrà, pertanto, dimostrare la coerenze del progetto proposto, dal punto di vista tecnico, economico e funzionale, con il documento di indirizzo progettuale predisposto dal Comune di Scilla, garantendone la reale fattibilità. La verifica di coerenza dovrà seguire la stessa l'impostazione della relazione illustrativa, compreso il limite di facciate. Nessun altro documento sarà reso disponibile per il concorso in oggetto.  

2) Nella prima fase del concorso è obbligatorio il solo versamento del contributo ANAC. Il "PassOE" essendo lo strumento necessario per procedere alla verifica dei requisiti da parte della stazione appaltante, sarà richiesto ai soli concorrenti ammessi al secondo grado del concorso.

Salve, oltre all'accesso carrabile all'area di intervento dal basso, è possibile allacciarsi a monte alla strada comunale che collega l'ostello?

Si conferma che è possibile prevedere ulteriori accessi all'area, purché compatibili con le aree interessate dall'esproprio. 

Salve, da normativa andrebbero inseriti anche i parcheggi per disabili. Vanno considerati anche se l'area è fuori dal centro abitato? Se si, vanno calcolati negli almeno 300 posti richiesti?

Il progetto dovrà essere redatto nel rispetto delle vigenti normative in tema di abbattimento delle barriere architettoniche (DPR n.506/1996 e ss.mm.ii.) e del Codice della Strada (Legge 120/2010 e ss.mm.ii.). Dovrà pertanto essere garantito un adeguato numero di stalli per utenti diversamente abili, proporzionalmente al numero totale di parcheggi.

Trecento è il numero minimo di parcheggi richiesto dal Comune di Scilla per tutti gli utenti, compresi quelli diversamente abili.

Il disciplinare di gara a pag. 12 riporta che i partecipanti dovranno trasmettere per via telematica, con mezzi propri, i seguenti elaborati/documenti: 1. un unico file, in formato PDF, di dimensione non superiore a 15 MB contenente la proposta progettuale (vedi paragrafo 4.1) avendo cura di eliminare dal file qualsiasi riferimento all’autore, palese od occulto, pena l’esclusione dal concorso. 2. un unico file, in formato PDF, di dimensione non superiore a 5 MB contenente la relazione illustrativa e la verifica di coerenza [...]. 3. una cartella compressa (ZIP) di dimensione non superiore a 5 MB, contenente i documenti amministrativi [...]. Si chiede di chiarire se gli elaborati presenti nel file di cui al punto 1 siano tutti quelli riportati nel paragrafo 4.1 del disciplinare di gara e nel dettaglio: • Relazione illustrativa ; • 1 tavola grafica manifesto; • 1 tavola grafica; • Verifica di coerenza. Diversamente si chiede di specificare gli elaborati da inserire in tale file PDF.

In riferimento al quesito posto si specifica che i concorrenti, per la prima fase del concorso, dovranno trasmettere complessivamente due files PDF e una cartella compressa.

Un unico file, in formato PDF, di dimensione non superiore a 15 MB contenente la proposta progettuale (vedi paragrafo 4.1) avendo cura di eliminare dal file qualsiasi riferimento all’autore, palese od occulto, pena l’esclusione dal concorso" (per proposta progettuale si intende la tavola grafica manifesto e la tavola grafica, entrambe in formato A1 da presentare in unico pdf con due pagine).

Un unico file, in formato PDF, di dimensione non superiore a 5 MB contenente la relazione illustrativa e la verifica di coerenza avendo cura di eliminare dal file qualsiasi riferimento all’autore, palese od occulto, pena l’esclusione dal concorso.

Una cartella compressa (ZIP) di dimensione non superiore a 5 MB, contenente i documenti amministrativi (vedi paragrafo 4.2) ed opportunamente criptata come specificato nel paragrafo 3.7.1)

Si chiede di mettere a disposizione il file "10-DTM" facente parte della documentazione tecnica di concorso, non presente sul sito.

Si allega file "10-DTM"

Q1. Abbiamo riscontrato la non coincidenza tra la perimetrazione dell’area di intervento riportata in ortofoto e quella indicata nel catastale e abbiamo inoltre appurato la non coincidenza tra la planimetria catastale e l’aerofotogrammetria. Pertanto chiederemmo di integrare, al fine di dirimere ogni livello di aleatorietà a riguardo, i documenti allegati al bando con un aerofotogrammetria DWG nella quale risulti riportata la perimetrazione esatta dell’area di intervento. Q2. In relazione alla morfologia del suolo, è stata riscontrata, attraverso una sovrapposizione, una rilevante divergenza tra la planimetria con le curve di livello ogni 5m e l’andamento delle curve di livello riportate ogni metro nell’altro file, probabile esito di un rilievo eseguito con laser scanner, fornito dalla stazione appaltante. E’ possibile che, nel file con le curve di livello ogni metro, l’andamento delle curve e la quantità delle stesse sia errato, a seguito di una trascrizione meccanica della scansione? Quale dei due disegni deve essere considerato di assoluto riferimento? Q3. In relazione alla esplicita richiesta del bando di interrogarsi relativamente alla connessione tra il parcheggio oggetto di concorso e l’abitato di Scilla risulta ovvio che qualsiasi ipotesi di disegno di connessioni debba riguardare ambiti esterni all’area di intervento. E’ pertanto consentito avanzare ipotesi di ridisegno di porzioni di suolo esterne all’area d’intervento? Q4. In relazione alla connessione tra l’ostello e il parcheggio oggetto di concorso, tale connessione è intesa sia carrabile che pedonale? Anche in questa circostanza la perimetrazione del l’area d’intervento non sembra adiacente alla struttura ricettiva, pertanto la connessione richiesta potrà che essere esterna all’area d’intervento?

R1. I confini dell'area di intervento sono quelli delle particelle catastali del DPP evidenziate in giallo. Considerato il livello di progettazione richiesto, si ritiene trascurabile il margine d'errore derivante dalle differenti sovrapposizioni Catastale-Ortofoto-Aerofotogrammetria. L'effettiva riperimetrazione dell'area dovrà essere eseguita dal concorrente che risulterà aggiudicatario.

 

R.2. Il file con le curve di livello ogni 1m è stato ridisegnato manualmente da DTM generato con scansione dell’intera area di progetto, pertanto è da considerare più attendibile con il solo margine d’errore legato alla presenza di vegetazione.

 

R.3. I concorrenti possono prevedere sistemi di collegamento con il centro abitato di Scilla in aree esterne a quella di intervento senza che queste vengano tuttavia comprese o realizzate con questo finanziamento.

 

R.4. La connessione con l’ostello dovrà essere obbligatoriamente garantita. La tipologia del tracciato (pedonale o carrabile sarà scelta dal candidato)

Buongiorno, è possibile inserire il nuovo parcheggio, almeno parzialmente, inserito nella parete collinare o interrato? Grazie

L’organizzazione dei parcheggi, anche interrati, è a totale discrezione dei concorrenti, purché il progetto sia congruo con i limiti economici del finanziamento.

Buongiorno, nel disciplinare del concorso si parla di percorsi esistenti pedonali nell'area di intervento. E' pertanto possibile avere una cartografia relativa a questi sentieri pedonali e, qualora presenti, ciclabili? Grazie

Il percorso pedonale a cui si fa riferimento nel disciplinare di gara è la stradina adiacente il lotto lato nord che conduce alle abitazioni presenti sulla scarpata lato est. Dalle abitazioni esiste un ulteriore tratto di percorso pedonale, ormai abbandonato, si collega con una scaletta alla ss18, dopo averla costeggiata. La scaletta di collegamento e visibile nell’ortofoto allegata. Non sono presenti piste ciclabili. Non saranno allegati ulteriori documenti oltre a quelli già allegati.

Nella tavola A1 manifesto da consegnare in prima fase del concorso, possono essere presenti gli stessi elaborati quali testi, planimetria, sezioni e visualizzazioni 3D contenuti in relazione e in tavola grafica A1 o deve essere del materiale aggiuntivo? Il limite di 2 rappresentazioni tridimensionali in fase 1 è relativo solo alla tavola grafica A1 e relazione o anche alla tavola manifesto?

La tavola Manifesto dovrà contenere la rappresentazione sintetica dell'idea progettuale che si intenderà sviluppare nel 2° grado. Per la Tavola Manifesto non è previsto un numero minimo o massimo di elaborati (testi e immagini) da rappresentare. Tale elaborato ha lo scopo di sintetizzare l’idea progettuale e di renderla immediatamente comprensibile alla commissione giudicatrice. Risulta superfluo ripetere elaborati già presenti su altre tavole e relazioni.

Il limite di due rappresentazioni tridimensionali è riferito alla sola Tavola Grafica A1.

Buongiorno, con la dicitura massimo 2 rappresentazioni tridimensionali in fase 1 si intendono anche schemi e diagrammi in assonometria schematici per comunicare il progetto o solamente viste render e/o di plastici? Grazie

Per massimo due rappresentazioni tridimensionali si intendono viste tridimensionali render /fotomontaggi.

Sono esclusi da questo limite diagrammi, schemi e quant’altro utile per una migliore comprensione del progetto. Il limite di due rappresentazioni tridimensionali è previsto al fine di favorire una più facile comparazione tra i vari progetti da parte della commissione. Il superamento di tale limite non è motivo di esclusione.

Buongiorno, nell'area d'intervento possono essere realizzati fabbricati a servizio del parcheggio? I ruderi presenti vanno demoliti o possono essere recuperati? Grazie

Si conferma la possibilità di realizzare fabbricati a servizio del parcheggio.

La demolizione o il restauro dei ruderi presenti nell’area di intervento è a totale discrezione dei partecipanti, tenendo presente che l’area è sottoposta a vincolo paesaggistico.

Buongiorno, in merito all'area d'intervento precisa occorre fare riferimento all'immagine delllo stralcio catastale o al jpeg con segnata l'area in rosso contenuta nel disciplinare? Sovvrapponento le due immagini in cad essere risultano essere discostanti. E' possibile avere una cartografia univoca dell'area di intervento e un valore di superficie complessivo? Grazie

I confini dell'area di intervento sono quelli delle particelle catastali del DPP evidenziate in giallo. Considerato il livello di progettazione richiesto, si ritiene trascurabile il margine d'errore derivante dalle differenti sovrapposizioni Catastale-Ortofoto-Aerofotogrammetria. L'effettiva riperimetrazione dell'area dovrà essere eseguita dal concorrente che risulterà aggiudicatario.

Buongiorno, il nuovo parcheggio dovrà servire solamente i bagnanti della spiaggia di Marina Grande oppure sono già esistenti collegamenti con la spiaggia rocciosa che fronteggia l'area di parcheggio? E'possibile la balneazione in tale tratto di costa? Quali sono i tratti di costa ad uso balneare prossimi al parcheggio?

Il parcheggio sarà a servizio di tutta la Città Scilla.

La costa immediatamente adiacente il parcheggio usualmente non viene utilizzata per la balneazione.

L’area più prossima al parcheggio utilizzata per la balneazione è quella della Marina Grande.

Buongiorno, il nuovo parcheggio dovrà servire come ampliamento del numero di posti auto dell'ostello esistente oppure sarà esclusivamente ad uso pubblico senza apportare aggiunte al numero di posti a disposizioni dei clienti dell'ostello? Grazie

Il parcheggio sarà a servizio di tutta la Città Scilla, ostello incluso.

Buonasera, all'interno dell'area d'intervento dello stralcio catastale sono presenti lungo il bordo destro dei fabbricati privati da quanto si evince dall'aereofotogrammetria fornita. Occorre considerare una fascia di rispetto e vincolo attorno agli stessi? Per I tralixxi della linea elettrica presenti all'interno dell'area, che area di rispetto considerare? Grazie

Relativamente alla distanza dagli edifici esistenti il progetto dovrà essere redatto in conformità allo strumento urbanistico vigente.

Relativamente alle eventuali distanze dalle fasce di rispetto per gli elettrodotti, il progetto dovrà essere redatto in conformità al Decreto Ministeriale 29 maggio 2008.

Buonasera, Per il professionista che intende ricorrere all'avvalimento, lo deve fare in fase di iscrizione o (qualora fosse vincitore) potrà avvalersi successivamente a conclusione gara? Inoltre, l'aerofotogrammetrico con sovrapposizione del catastale e indicazione delle particelle oggetto d'intervento, evidenzia per la part. 854 (lato Scilla) una sovrapposizione di confine con un fabbricato residenziale esistente, cosa che invece non si riscontra nell'ortofoto con la delimitazione dell'area presente nella relazione. In sostanza il fabbricato residenziale rientrerebbe quasi per intero nell'area oggetto d'intervento. Qualora fosse all'interno dell'area, sarà oggetto di esproprio? grazie

Il professionista che intende ricorrere all’avvalimento dovrà, in fase di iscrizione, semplicemente dichiarare di voler usufruire di tale possibilità senza necessariamente indicare il soggetto ausiliario. Il vincitore dovrà dimostrare il possesso dei requisiti speciali di cui al paragrafo 3.3 del disciplinare anche ricorrendo, dopo la conclusione della procedura concorsuale, all’avvalimento ai sensi dell’art.89 del codice o alla costituzione di un raggruppamento temporaneo tra i soggetti di cui al comma 1 dell’articolo 46, come stabilito dall’articolo 152, comma 5 del Codice.

Buongiorno, chiedo la specifica dei sottoservizi indicati nella planimetria catastale fornita grazie

I sottoservizi evidenziati nella planimetria catastale indicano la condotta fognaria dell’ostello che si sviluppa alla profondità media di 150 cm dal livello di campagna. Qualora si rendesse necessario, il tracciato può essere modificato secondo le esigenze del progetto.