Chiave pubblica di crittazione

Si comunica che la chiave pubblica di crittazione è disponibile per il download nella sezione documenti

Aggiornamento sezione documenti

Si comunica che, per motivi tecnici legati al rilascio di una versione aggiornata della documentazione relativa al processo BIM, si procede all’aggiornamento del contenuto della cartella zippata “capitolato informativo BIM e allegati

Seduta pubblica di generazione delle chiavi

Si comunica che la seduta pubblica di generazione delle chiavi si terrà, in modalità telematica, lunedì 5 luglio alle ore 11.00
Il link a cui collegarsi è il seguente: https://meet.google.com/zeh-nexp-wkn?hs=122&authuser=0

Recupero con ampliamento e valorizzazione di Palazzo Carcano

Il concorso mira ad acquisire una proposta organica comprendente il recupero dell’attuale palazzo, oggetto di interventi rimasti incompiuti, e il suo ampliamento verso Piazza Re Manfredi.
In particolare, il progetto di ampliamento dovrà cercare relazioni con l’immobile esistente e con il contesto, dando luogo ad un complesso architettonico che, nelle differenze dell’aggiunta, garantisca unità dialettica all’insieme, attraverso la reinterpretazione critica e contemporanea dei caratteri architettonico-culturali espressi dal luogo, sia in riferimento al contesto locale, sia in relazione alla più ampia cornice mediterranea.

L'iniziativa si inserisce in un più ampio scenario di razionalizzazione delle sedi degli Uffici Giudiziari finalizzato alla riduzione della spesa pubblica.
L’operazione di razionalizzazione proposta, nella quale la rifunzionalizzazione di Palazzo Carcano ricopre un ruolo strategico, prevede una completa riorganizzazione e razionalizzazione degli Uffici Giudiziari che consentirà il totale abbattimento dei costi derivanti da locazioni passive nonché un elevato vantaggio logistico funzionale in quanto gli uffici verranno raggruppati in tre edifici di pregio, già in uso al Ministero della Giustizia, siti nel centro storico del Comune di Trani.

L’immobile in oggetto è situato in una zona nevralgica del centro storico di Trani, nelle immediate vicinanze di edifici simbolo della città, quali il castello Svevo e la cattedrale, nonché a ridosso di Palazzo Torres e Palazzo Candido, questi ultimi già sedi storiche del Tribunale di Trani.

In considerazione dei caratteri di eccezionalità legati alla complessità storico-architettonica e paesaggistica del sito, l’Agenzia del Demanio, insieme agli altri Enti e Amministrazioni coinvolti, ha deciso di pervenire alla selezione della migliore proposta progettuale attraverso un concorso di progettazione in due gradi.