Aggiornamento documenti

Si comunica che in data odierna la sezione documenti è stata aggiornata con il caricamento di

  • Layout tavole primo grado (file DWG compresso in formato ZIP)
  • Planimetria di Piazza d'Olivo con definizione area intervento (file DWG compresso in formato ZIP)
     

Chiave pubblica di crittazione

Si comunica che la chiave pubblica per la crittazione della documentazione amministrativa è a disposizione nella sezione documenti

Seduta pubblica di generazione delle chiavi

Si comunica che la seduta pubblica di generazione delle chiavi si terrà in presenza presso l'Ufficio Urbanistica (Settore Urbanistica e Edilizia Privata) nella sede municipale (Viale Europa 26 - Lignano Sabbiadoro) al primo piano, lunedì 16 gennaio alle ore 10.30

Riqualificazione di Piazza Marcello d'Olivo e del Lungomare di Lignano Pineta

L’oggetto del presente concorso è la “Riqualificazione Urbana della Piazza Marcello D’Olivo e del Lungomare di Lignano Pineta”, un’area di grande pregio paesaggistico e turistico, situata in posizione strategica all’interno del famoso impianto urbano a forma di chiocciola progettato dall’arch. Marcello D’Olivo.

L’area di intervento è la piazza stessa, posizionata a conclusione della principale arteria commerciale di Lignano Pineta, denominata “il treno”, e collegata alla viabilità del Lungomare Kechler, adiacente alla spiaggia.
Il concorso di progettazione sarà l’occasione per una riflessione complessiva circa la riqualificazione urbana di Lignano Pineta, volta ad incrementare la qualità dello spazio pubblico, a garantire della sicurezza stradale, a mitigare gli impatti derivanti dalle azioni causate dai cambiamenti climatici.
Le scelte dovranno essere mirate a migliorare il “funzionamento” di questa porzione di città ponendo le persone al centro delle riflessioni relative agli spazi pubblici. Percorsi carrai, pedonali e ciclabili dovranno essere pensati in una logica di miglioramento di tutto il contesto, anche mettendo in discussione l’esistente, sia nell’area di intervento che nelle aree limitrofe.

Il progetto dovrà essere ambizioso e proporre un programma capace di attrarre visitatori e fruitori durante tutto l’arco dell’anno. Come accaduto per la “chiocciola”, l’intervento dovrà diventare icona della città, un luogo da vedere e da vivere, capace di regalare un'indimenticabile esperienza dello spazio urbano. Dovrà inoltre valorizzare la presenza del mare, identificando nel rapporto con esso uno degli elementi di maggior valore della nuova piazza.