Proroga iscrizioni

Si comunica che la chiusura delle iscrizioni è stata prorogata. La nuova scadenza è entro le ore 12.00 del 19 Ottobre.

Avviso

ATTENZIONE: al fine di garantire l'aspetto dell'anonimato, i file "informazioni relative alle generalità della committenza” e “liberatoria per le informazioni e l’utilizzo delle immagini” dovranno essere caricati separatamente dalla cartella compressa, dove indicato nel modulo di iscrizione.

Ricordiamo inoltre che tutti gli elaborati richiesti dovranno essere anonimi in ogni loro parte, avendo cura di eliminare dal file qualsiasi riferimento all’autore, palese od occulto, pena l’esclusione dal concorso. Una guida per rendere anonimi i file è disponibile nella sezione documenti.

Pubblicazione quesiti e relative risposte

Si comunica che nella sezione Quesiti è stato pubblicato il file contenete le risposte ai quesiti pervenuti

Festa dell'architetto 2020

Il progetto scuola è un tema complesso e multidisciplinare che investe tutto il territorio italiano, che non può essere affrontato con una fretta priva di visione e, ancora peggio, essere vittima della miopia che porta al massimo ribasso. Agire con velocità ed efficacia non significa abbandonare ogni strategia o prospettiva perché la costruzione di un futuro sostenibile e proiettato al miglioramento della vita delle persone passa solo attraverso l’idea della qualità dell’architettura.

I cambiamenti epocali in atto a livello internazionale rendono indispensabile accelerare il superamento del modello “Industriale” di scolarizzazione caratterizzato da aule statiche e docenze frontali.

C’è necessità di restituire centralità al progetto di architettura nei processi di trasformazione del territorio e questa edizione del Premio ha proprio gli obiettivi di:

  • dare visibilità ai professionisti e agli studi che si ritiene rappresentino eccellenze professionali e che abbiano saputo cogliere le sfide che l’architettura post Covid-19 impone oggi, attraverso un approccio etico e innovativo alla professione;
  • offrire ai decisori politici, a tutti gli operatori in ambito scolastico e all’opinione pubblica, la visione degli architetti italiani per la (ri)progettazione della scuola italiana;
  • dare voce alla figura dell’Architetto PPC nella cultura generale che immagina e progetta il futuro, volendo diventarne protagonista nella fase di costruzione del Paese dopo l’emergenza;
  • supportare il confronto tra il CNAPPC e il Governo affinché venga riconosciuta, anche a livello istituzionale, la rilevanza della capacità interdisciplinare che caratterizza la figura dell’Architetto PPC e il suo indispensabile ruolo nella definizione di strategie per il futuro delle città e dei territori.