Il modulo quesiti non è più disponibile: quesiti e risposte, se ritenuti di interesse comune, saranno pubblicati in questa pagina.

Risposte pubblicate

Buongiorno, cosa si intende per "Conservazione delle quinte prospettiche dell’edificio su Largo Marincola Cattaneo e su Via Carbone essendo le stesse identitarie dello stato dei luoghi" ? Vanno mantenute le facciate esistenti o si intente che in caso di demolizione e ricostruzione le nuove facciate (di aspetto diverso) dovranno insistere sullo stesso piano prospettico delle precedenti? Grazie

Per "Conservazione delle quinte prospettiche dell’edificio su Largo Marincola Cattaneo e su Via Carbone essendo le stesse identitarie dello stato dei luoghi” si intende che vadano mantenute le facciate esistenti sia dal punto di vista estetico che prospettico nonché l’entità materica delle stesse.

Buongiono, nella prima fase di concorso sono richiesti i seguenti elaborari grafici: Un file in formato PDF contenente n. 5 elaborati grafici - formato A1, orientamento orizzontale-tecnica rappresentativa libera in bianco e nero e/o colori - stampa su una sola facciata, contenenti, a titolo indicativo e non prescrittivo: ✓ planimetria generale di inquadramento all’interno del contesto - scala 1:500; ✓ planimetrie dei vari livelli scala 1:200; ✓ prospetti e sezioni significative – scala 1:200. Posso essere inserite anche rappresentazioni 3D (render, assonometrie) e schemi grafici che facciano comprendere al meglio l'idea progettuale?

La tipologia di elaborati indicati nel bando-disciplinare è riportata a titolo indicativo e non prescrittivo. Possono essere inserite anche rappresentazioni 3D (render, assonometrie) e schemi grafici che facciano comprendere al meglio l'idea progettuale, nel limite numerico degli elaborati previsti nel bando-disciplinare. 

Salve, di seguito una serie di domande: - il raggruppamento con le varie figure citate nel bando (archeologo, geologo, impiantista ecc.) deve essere presentato in caso di selezione per il 2° grado o si deve costituire già al 1°grado del concorso? - l'eventuate soggetto per l'avvaliamento, deve essere indicato solo in caso di vincita del concorso o va comunque indicato nel 1° grado del concorso? - possono essere inseriti come collaboratori professionisti regolarmente iscritti al proprio albo professionale ma non in possesso di Partita IVA e assicurazione professionale? Grazie e buon lavoro

Punto 1.Come indicato al punto 3.4 del Bando di concorso, tutti i partecipanti al 2° grado del concorso dovranno produrre una dichiarazione relativa alla costituzione del gruppo di lavoro che preveda la composizione indicata nella tabella.

Punto 2. L’eventuale soggetto per l’avvalimento (insieme a tutta la relativa documentazione richiesta) dovrà essere indicato in relazione alla fase per la quale è richiesto il requisito di cui ci si vuole avvalere. Si rimanda a quanto disciplinato al punto 3.3.

Punto 3. I collaboratori professionisti regolarmente iscritti al proprio albo professionale devono essere in possesso di partita IVA, se superiore ai limiti della normativa vigente previsti per la prestazione occasionale. L’assicurazione professionale è obbligatoria per tutti i tecnici liberi professionisti che svolgono una prestazione nei confronti di un committente pubblico/privato.

La partecipazione è aperta anche a studi con sede all'estero in Paesi non membri della UE?

Si richiama quanto sancito all’art. 49 del D. Lgs. 50/2016 ss.mm.ii.

Considerando la situazione attuale e la possibilità di divieto di spostamento tra Regioni, è prevista una alternativa per coloro che non potranno realizzare in sopralluogo?

Il sopralluogo è obbligatorio e sarà rilasciato attestato probatorio da allegare alla documentazione di gara. Si precisa che lo spostamento per motivi di lavoro è sempre consentito.

Buongiorno, abbiamo una incongruenza tra i file dwg "Stralcio Catastale" e "Stralcio CTR" per quanto riguarda l'edificio oggetto di intervento. Le aree interessate infatti non combaciano creando quindi dubbi sulla superficie d'intervento. Potete chiarire quale file bisogna prendere in considerazione o aggiornare la documentazione?

I files forniti sono stralci estrapolati rispettivamente dalla Banca Dati Catastale e dalla CTR Regionale e, dunque, fanno riferimento alla Cartografia ufficiale. Resta inteso che durante il sopralluogo sarà consentita la facoltà di verificare la consistenza dell’immobile e delle aree di pertinenza. La rispondenza dello stato di fatto resta in capo al progettista. Si precisa che la documentazione *.dwg fornita è da intendersi esclusivamente di ausilio ed indicativa di supporto per l’elaborazione della proposta progettuale.

Negli DIP di concorso è richiesto di realizzare un parcheggio di max 40 posti auto al piano terra. In relazione a questo punto si chiede: - se è possibile inserire al piano terra anche alloggi - se è possibile inserire un piano interrano/seminterrato da destinare a parcheggi e locali tecnici

L’impostazione progettuale è discrezionale nel rispetto degli obiettivi perseguiti nel concorso e delle vigenti normative applicabili al caso di specie (Regolamento Edilizio, ASP, VVF,…).

1. I requisiti per accedere al 2° grado del Concorso richiesti al punto 3.3 C-D-E del Bando, possono essere soddisfatti modificando il raggruppamento temporaneo iniziale dopo aver superato il 1° grado? 2. E' richiesto di realizzare dei parcheggi auto. Allo stato attuale non risulta presente un accesso carrabile all'area; bisogna prevederlo su largo Marincola Cattaneo? 3. E' possibile, in caso di demolizione e ricostruzione, realizzare un piano interrato per i posti auto? 4. E' possibile avere le quote altimetriche del livello stradale e del giardino interno? 5. E' possibile avere eventuali prospetti e sezioni dell'edificio esistente, nonchè un prospetto della Chiesa della Maddalena, al fine di poter studiare al meglio l'inserimento nel contesto? 6. E' possibile conoscere l'altezza totale del fabbricato attuale? E' possibile conoscerne la volumetria totale? 7. In caso di demolizione e ricostruzione, mantenendo il limite posto di tre piani fuori terra, con un'altezza interpiano standard, la nuova costruzione risulterebbe più bassa di quella attuale. E' possibile realizzare un'eventuale piano in più, rimanendo comunque entro i limiti di altezza dell'edificio esistente?

Punto n. 1 – Si precisa che i requisiti richiesti per la partecipazione al secondo grado sono quelli indicati al punto 3.3 lettera C), ovvero la costituzione del gruppo di lavoro comprensivo di tutte le figure richieste. I requisiti di cui al punto 3.3 lettera D) ed E) sono richiesti al vincitore del concorso qualora, successivamente allo svolgimento del concorso, si proceda con l’affidamento dei successivi livelli di progettazione (definitivo ed esecutivo). In tale sede si applica quanto disposto al comma 5 dell’art. 152 del D. Lgs. 50/2016 ss.mm.ii..

Per i punti n. 2, 3 e 7  si rimette la soluzione progettuale alla discrezionalità del progettista nel rispetto delle vigenti normative applicabili;

Per i punti 4, 5 e 6 l’amministrazione non è in possesso della documentazione tecnica richiesta. Altresì, si precisa che tali informazioni possono essere desunte durante il sopralluogo.

Si chiedono i seguenti quesiti: 1) Il gruppo di lavoro minimo deve essere necessariamente indicato per il 1 GRADO del concorso, o può essere indicato sotto forma di RTP costituendo nel 2 GRADO ? 2) Il calcolo della parcella non tiene conto del Coordinamento per la sicurezza in fase di progettazione CSP, si ritiene quindi escluso dall'eventuale successivo affidamento dell'incarico? 3) A seguito delle nuove NTC 2018 obbligatorie per questo intervento, se il progetto prevede una demolizione e ricostruzione l'importo destinato ai lavori è sempre quello da quadro economico approvato? 4) Possono essere realizzati piani interrati o parzialmente interrati?

Punto n. 1 - Il gruppo di lavoro deve essere costituito al secondo grado del concorso.

Per il punto n. 2 si rappresenta che  calcolo della parcella tiene conto delle voci:

  • QbI.16 - Prime indicazioni e prescrizioni per la stesura dei Piani di Sicurezza (Relativa alla fase di concorso);
  • QbIII.07 - Piano di sicurezza e coordinamento (Relativa alla fase successiva).

Per il punto n. 3 si precisa che deve rimane invariato l’importo totale del quadro economico qualsiasi sia la scelta progettuale;

Per il punto n. 4 si rimette la soluzione progettuale alla discrezionalità del progettista nel rispetto delle vigenti normative applicabili.