Codici ammessi al secondo grado

Si pubblicano i codici ammessi al secondo grado e relativi verbali

  • AG1224TP
  • WAVKY32X
  • ENGDALW9
  • GE103022
Verbali

Pubblicazione nominativi Commissione Giudicatrice ed attivazione modulo di incompatibilità

Di seguito si pubblicano i nominativi dei membri della Commissione, effettivi e supplenti:

Membri effettivi

  • Prof.ssa Arch. Francesca CALACE
  • Arch. Ignazio CARABELLESE
  • Ing. Nicola CORTONE
  • Arch. Giuseppe BERARDI
  • Ing. Rocco PORFIDO (rappresentante della stazione appaltante)

Membri supplenti

  • Ing. Lorenza DELL'AERA

Importante: nei casi in cui un concorrente rilevi condizioni di incompatibilità con uno o più membri della Commissione giudicatrice, è tenuto, pena l'esclusione, a compilare il modulo elettronico di Segnalazione di incompatibilità presente nel sito del concorso.

Il modulo sarà attivo a partire dal 15 ottobre p.v., l'invio dovrà essere effettuato entro le ore 24:00 del 19 ottobre p.v.
Il concorrente, compilando il modulo, dovrà indicare nome e cognome del giurato incompatibile e, affinché sia garantito l’anonimato, non dovrà inserire dati personali, ma esclusivamente il codice di primo e secondo grado utilizzati durante l’iscrizione al concorso.

Le motivazioni delle incompatibilità segnalate saranno rese al RUP soltanto dopo la decriptazione dei documenti e dovranno fare espresso riferimento all’art. 77, comma 6 del codice dei contratti. Resta ferma ogni responsabilità civile e penale in capo al concorrente responsabile della sostituzione di un giurato, non motivata ai sensi del sopra richiamato art. 77, comma 6.

CHIAVE PUBBLICA DI CRITTAZIONE

Si comunica che la chiave pubblica di crittazione è a disposizione per il download nella sezione Documenti. 

Seduta pubblica di generazione delle chiavi

Si comunica che la seduta pubblica di generazione delle chiavi si svolgerà, in modalità telematica, giovedì 8 settembre alle ore 10.30
Link per accedere: https://meet.google.com/afj-kodd-jmt

Rigenerazione centro storico e realizzazione percorsi culturali del Comune di Santeramo in Colle

L’Amministrazione si propone la rivitalizzazione fisica del nucleo antico del comune mediante la sistemazione delle sedi stradali, dell’arredo urbano e la valorizzazione di alcuni edifici pubblici, inoltre, la valorizzazione del nucleo antico e del territorio mediante l’implementazione di sistemi informativi volti a far conoscere e valorizzare la storia, i monumenti ed i percorsi che attraversano il territorio.

Santeramo è sempre più coinvolta dal turismo ambientale, esperienziale, enogastronomico, culturale, archeologico, sia per la vicinanza a Matera, città della cultura 2019, nonché ad Altamura, Gravina in Puglia, sia perché situata lungo il cammino materano.

Obiettivo dell’intervento è la rigenerazione del centro storico della città, si propone di rivitalizzare il centro storico degradato di Santeramo in Colle, di riportare questa area alla sua bellezza originaria, quando vi era la chianca per tutte le strade, le abitazioni erano curate e vissute e servite da attività di artigianato ed arte, ristorative e commerciali. 

L’intervento servirebbe a rilanciare l’economia favorendo l’apertura di attività: ristorative, di artigianato locale, enogastronomiche tipiche, artistiche e commerciali. Oltre che attraverso la realizzazione della riqualificazione fisica del territorio ci si propone la valorizzazione del nucleo antico e del territorio mediante l’implementazione di sistemi informativi volti a far conoscere e valorizzare la storia, i monumenti ed i percorsi che attraversano il territorio.