Chiave pubblica di crittazione

Si comunica che la chiave pubblica di crittazione è a disposizione per il download nella sezione Documenti.

Seduta pubblica di generazione delle chiavi

Si comunica che la seduta pubblica di generazione delle chiavi si terrà, in modalità telematica, venerdì 13 maggio alle ore 16.00.
Link per accedere: https://meet.goto.com/892026125

Posticipo seduta di generazione

Si comunica che la seduta di generazione delle chiavi, in programma per il 6 maggio, è stata posticipata a data da destinarsi.
La nuova data e il link per accedere saranno pubblicati nei prossimi giorni

Seduta pubblica di generazione delle chiavi

Si comunica che la seduta pubblica di generazione delle chiavi si terrà, in modalità telematica, venerdì 6 maggio alle ore 10.00.

Link per accedere alla diretta

La Casa del Giglio

L’obiettivo del concorso è la realizzazione di uno spazio dal forte valore simbolico e identitario, un luogo in cui tutti si sentano accolti e possano riconoscersi attraverso la tradizione che più di ogni altra rappresenta Flumeri, il Giglio.

La “Casa del Giglio” dovrà essere articolata in più funzioni, che possano interagire tra loro:

  • La “Bottega del Giglio”, luogo dove, artigianalmente, vengono progettati e realizzati gli elementi strutturali del Giglio, quali i pannelli grezzi che saranno successivamente ricamati rigorosamente con spighe intere, tosate, “curmo” e “graliti; una “scuola di artigianato” come luogo di formazione legato alla tradizione e al territorio, destinata a formare nuove generazioni di maestri nell’ambito dell’artigianato artistico; un contributo concreto alla possibilità di tramandare il saper fare, la manualità e la creatività;
  • Uno spazio per la mostra permanente, che raccolga, tra le altre cose, realizzazioni artistiche proprie del Giglio, testimonianze fotografiche, musicali e documentarie della tradizione, concepito per valorizzare al meglio ogni singolo elemento esposto
  • Uno spazio dedicato alle mostre temporanee, più neutro, quasi asettico, flessibile, che sappia adattarsi a seconda delle esigenze;
  • Laboratori, spazi ludici e ricreativi, che occupino magari anche lo spazio esterno, dove si possano coinvolgere le scuole di ogni ordine e grado, non solo di Flumeri;
  • Un luogo dedicato alle associazioni, che contribuiscono, ognuna con le proprie specificità, a “fare comunità”;
  • Un’area ristoro/relax, che possa contribuire alla convivialità e a mantenere vivo e pulsante l’intero complesso anche durante le ore di chiusura.